Crea sito

Disturbi emotivo-relazionali


Per Disturbi emotivi e relazionali si intende l’insieme di disagi e difficoltà che bambini e ragazzi possono sperimentare nel fare i conti con la propria dimensione emotiva, affettiva e relazionale. Alla base di questi disturbi spesso ci sono delle rappresentazioni disfunzionali di sé e del mondo.

Spesso questi bambini mostano scarsa autostima, si sentono impotenti e possono speromentare ansia e rabbia. Per molti bambini non è facile esprimere le proprie emozioni, soprattutto quando essi non percepiscono la presenza di una dimensione relazionale sicura, con conseguenze negative a livello relazionale. Nelle relazioni con i pari questi bambini infatti possono mostrare scarsa competenza, tendenza all’isolamento e passività. Tutto ciò influisce inevitabilmente sull’umore fino a giungere a veri e propri disturbi emozionali quali ansia e depressione.

E’ importante quindi effettuare un’attenta valutazione al fine di comprendere il quadro emotivo del bambino, la presenza di eventuali disturbi evolutivi e gli aspetti relazionali, soprattutto con le principali figure di accudimento.

Campanelli di allarme

Questi bambini spesso possono presentare:

– difficoltà nella separazione dai genitori
– difficoltà di socializzazione con i coetanei e ricerca di un rapporto esclusivo con l’adulto
– difficoltà nella gestione delle emozioni
– sintomi psicosomatici (mal di stomaco, mal di testa, nausea e disturbi del sonno)
– passività nella scelta di giochi e attività da svolgere
– ansia scolastica e ansia da prestazione
– isolamento, mancanza di interesse e chiusura
– episodi di rabbia e aggressività come reazione alla frustrazione
– diminuzione o assenza di interesse per attività che prima risultavano piacevoli

Principali disturbi

Tra i disturbi più comuni della sfera emotivo-relazionale in età evolutiva troviamo:

Disturbi d’ansia

Disturbi depressivi