Crea sito

Disturbo della comunicazione soociale -pragmatica


Si manifesta con:

A) Persistenti difficoltà nell’uso sociale della comunicazione verbale e non verbale come manifestato da tutti i seguenti elementi: deficit dell’uso della comunicazione per scopi sociali; compromissione della capacità di modificare la comunicazione al fine di renderla adeguata al contesto alle esigenze di chi ascolta; difficoltà nel seguire le regole della conversazione e della narrazione, come rispettare turni in una conversazione e saper utilizzare segnali verbali e non verbali per regolare l’interazione; difficoltà nel capire ciò che non viene dichiarato esplicitamente e i significati non letterali o ambigui del linguaggio.

B) I deficit causano limitazioni funzionali dell’efficacia della comunicazione, della partecipazione sociale, delle relazioni sociali, del rendimento scolastico, individualmente o in combinazione.

C) L’esordio dei sintomi avviene nel periodo precoce dello sviluppo ma il deficit possono non manifestarsi pienamente fino al momento in cui le esigenze di comunicazione sociale non eccedono le capacità limitate.

D) I sintomi non sono attribuibili ad altra condizione medica o neurologica e non sono meglio spiegati da disturbo dello spettro dell’autismo o disabilità intellettiva